Lo Sport, una bella scatola - Asd Ginnastica Twirling Oleggio

A.S.D. GINNASTICA TWIRLING OLEGGIO
Vai ai contenuti
LE TESTIMONIANZE DELLE NOSTRE ATLETE

Ivana VACCAROLI
   
Chiara CAPORALI
      
Fabiola DE PAOLI

Ivana Vaccaroli
Caro Atleta, lo spazio e il tempo sono radicalmente cambiati! Allenarsi da soli può essere noioso ma nello sport come nella vita la MOTIVAZIONE è tutto, e tu lo sai benissimo. Servono costanza, regolarità e determinazione e fondamentale è avere un obiettivo. Organizza la tua giornata attraverso tempi e spazi ben definiti e non perdere i benefici dell’allenamento raggiunto fino a questo momento. Ovviamente io ci sono sempre, anche se non mi vedi!
Ti regalo qualche consiglio:
1. mantieni nel limite del possibile lo stesso orario della sveglia mattutina
2. individua la zona adatta per allestire la “palestra” casalinga. Un piccolo spazio lontano da mobili spigolosi ed oggetti fragili
3. niente attività in pigiama! Utilizza l’abbigliamento solito dell’allenamento, ti sentirai più a tuo agio!
4. scegli una musica di sottofondo che ti aiuti a scandire il ritmo delle ripetizioni e a vincerne la noia
5. usa video “tutorial” e le schede che ti ho inviato, pensando appositamente a te
6. Sperimenta nuove tecniche , nuovi esercizi, confrontati con le compagne sui progressi attraverso telefonate o videochiamate per sentirti meno solo
7. Appunta sul tuo quaderno lo svolgimento e il miglioramento delle tue sessioni d’allenamento.
Caro Atleta coltiva la tua libertà di scoprire di potercela fare da solo e vedrai che diventerai sempre più consapevole delle tue potenzialità. Non spaventarti di fronte al cambiamento, può diventare un’ occasione per sentirti più sano e più forte. Nella tua borsa degli attrezzi ci sarà qualcosa di speciale e quella cosa sarai tu!
Chiara Caporali
Caro Atleta ti aiuto ad entrare nel mondo della nutrizione e ad usare questo inaspettato tempo libero per provare nuove ricette, utilizzando il piacere e i sensi. Puoi sperimentare nuovi sapori, nuovi abbinamenti, nuove
consistenze.
SPERIMENTARE/ORGANIZZARE LO SPAZIO - Quando cucini ti muovi in uno spazio divertente. Lo sapevi ?! Può essere utile, come usano fare i grandi chef, organizzare questo spazio facendo la cosiddetta “mise en place”, ovvero preparando tante ciotole con tutti gli ingredienti che ti serviranno, già preparati per l’utilizzo. In questo modo sarai agevolato nello svolgere la nostra ricetta e a colpo d’occhio avrai un insieme di colori, da mettere assieme come un pittore che si appresta a dipingere la sua tela (bellissimo!). Ti consiglio di preferire ingredienti integrali (farine, pasta, riso, altri cereali integrali), fonti di proteine magre e di elevato valore biologico (carne, pesce, uova, legumi), usare delle fonti di grasso di buona qualità, soprattutto olio xtravergine d’oliva o quando richiesto burro, meglio se chiarificato (evitare margarine, panna, salse), limitare gli zuccheri semplici e il sale (valida alternativa per insaporire sono spezie e piante aromatiche) e sperimentare quante più tipologie di verdure, frutta fresca, frutta secca e semi oleaginosi. Per quanto riguarda i metodi di cottura sono da preferirsi le varianti al forno, al cartoccio, al vapore, in padella antiaderente.
RITMO NELLA GIORNATA E NEI PASTI - In questo periodo anche la tua routine può essere stravolta, ma cerca di dare ugualmente il giusto ritmo alla giornata: manteni degli orari fissi, delle occasioni alimentari prestabilite, tenendo invariata l’alternanza dei pasti principali (colazione, pranzo e cena) e aggiungendo due o tre spuntini leggeri. Ciò che devi evitare è il continuare a mangiare a tutte le ore! Mi raccomando…
Parlando ancora di ritmi, ricordati che oggi hai un sacco di tempo per gustare il tuo cibo! Spesso nella frenesia delle tue giornate sei costretto a mangiare molto rapidamente, ora ora puoi prendere il tempo necessario per assaporare ogni singolo alimento, per gustare il tuo piatto e per vivere il pasto come momento conviviale con la tua famiglia.
#+SANI+FORTI
#+sano+forte
Fabiola De Paoli
Caro Atleta mai come oggi sei obbligato a pensare alla tua identità. E’ come se all’improvviso dovessi orientare la mente dal mondo verso il tuo corpo. Il passaggio delicato da fuori a dentro non è cosi banale, come può sembrare, ma puo’ attivare forti emozioni. I tuoi sensi si trovano in una condizione di forte vigilanza. Sei abituato a nutrirti con cura e a pensare che DIVENTI CIO’ CHE MANGI. Dentro a questo messaggio non può però mancare il senso di PIACERE per la scelta del tuo cibo, per scoprire nuovi alimenti, per inventarti creativamente nuove soluzioni. Se sei un adolescente il tema del corpo e del nutrimento, acquisisce un valore speciale. Il cibo è uno strumento che accompagna la tua trasformazione fisica e psicologica. Se sei piccolo sarà la tua famiglia a prendersi cura di te, ma attenzione ci sono delle novità! Cari genitori, questo è il tempo della trasformazione dove i piccoli imparano a mangiare da soli e gli adolescenti a sperimentarsi in cucina.
Copyright © 2016 ASD Ginnastica Twirling Oleggio. Tutti i diritti riservati.
Torna ai contenuti